I nostri prodotti


Tutti i prodotti


Ricerca Avanzata

Accedi al sito






JoomlaStats Activation

TRATTAMENTI VISO   A.M.BORLIND  &   JANE IREDALE GRATIS  CHIAMA PER APPUNTAMENTO !!! Nuovo espositore Jane iredale con nuovi colori . Prenota il trattamento gratuito di 30 minuti , non farlo è perdersi qualcosa...

IL COLON Stampa E-mail
 

                                                                COLON                         

 

 Le disbiosi specifiche dell’ileo-colon e il favorire il ripristino dell'eubiosi ed il metabolismo ad essa collegato,per calmare in maniera significativa le irritazioni-intolleranze neurointestinali e per contribuire al ripristino fisiologico-funzionale della mucosa e del muco coinvolti.

A livello gastrointestinale lo strato mucoso può essere inteso come una barriera fisica costituita da cellule epiteliali con secrezioni di muco (mucina) in grado di proteggere l’organismo dalle sostanze tossiche formatevi nei processi digestivi e/o fermentativi che avvengono a livello del lume intestinale ; il muco è reso idrofobico da uno strato surfattante di fosfolipidi che costituisce a sua volta una linea di difesa nei confronti di batteri patogeni. Al mantenimento della funzionalità della mucosa concorre  inoltre la presenza nello strato mucoso di una flora probiotica L.A.B. che svolge un ruolo regolatore di tutta la flora endogena e costituisce altresì una potente barriera biologica contro i patogeni . In anni recenti si è scoperto che il complesso delle mucose è molto influenzato da fattori neuronali essendo lo stesso fortemente innervato oltre che dalle divisioni simpatica e parasimpatica del sistema nervoso vegetativo, anche da centinaia di milioni di neuroni ubiquitari nel sito che costituiscono il cosiddetto secondo cervello detto anche cervello viscerale .

La moderna ricerca nel settore dei probiotici ha messo in luce che alcuni specifici batteri lattici hanno una grande potenzialità nel trattamento di alcune sindromi infiammatorie intestinali, apparentemente  legate ad una compromissione dell’integrità o della permeabilità e della funzionalità della membrana intestinale ( colite ulcerosa , morbo di Crohn,sindrome del colon irritabile ), i cui sintomi portano qualche volta a diagnosticare inesistenti intolleranze alimentari.

Dall’esame delle caratteristiche specifiche del Lactobacillus Salivarius si evince che :

  1. non va confuso con lo Streptococcus Salivarius che è solo un protecnologico  non probiotico usato per fare lo yogurt
  2. Ha lo status di “ generally recognized as safe (gras) “ da parte della FDA americana e quello di “ sale for human consumption in food “ da parte delle autorità CEE
  3. E’ acidofilo e quindi supera indenne la barriera gastrica
  4. Ha un ottimo profilo di resistenza agli antibiotici
  5. Ha un’attività metabolica utile per l’uomo
  6. Produce peptici ed altri agenti antimicrobici ad alta attività di contrasto contro i patogeni intestinali.
  7. E’ dotato di una altissima adesività all’epitelio intestinale nei riguardi del quale esercita funzioni restitutive e riparatrici.

 

Il Lactobacillus Salivarius  è stato inoltre oggetto di studi clinici recenti in Irlanda che ne hanno confermato , con metodologia doppio-cieco  su animali e in confronto diretto con gli steroidi su 25 pazienti volontari, l’efficacia pratica in caso  di sindromi intestinali infiammatorie e particolarmente nel caso del Crohn , anche in assenza  totale di steroidi.

L’uso dei probiotici ( ad esempio il L. Achidophilus cfr biblio 4 e 5 ) per il Crohn era conosciuto da tempo , ma è solo con l’associazione del Lactobacillus Salivarius che si possono ottenere oggi risultati decisamente efficaci.

Schematicamente si può dire che i processi infiammatori della mucosa iniziano con un patogeno che riesce a superare la barriera muco-probiotica e quindi a presentare i suoi antigeni a livello epiteliale e transepiteliale provocando una reazione infiammatoria seguita da una compromissione più o meno vistosa dello strato di muco ed epiteliale ; che solo dopo modulazione della risposta immunitaria e l’intervento dei fibroblasti da un lato e dei probiotici dell’altro si riesce a riparare , restituendo quindi alla mucosa la sua funzionalità fisiologica .

 

 

Fonte  , bibliografia Collins J.K.Demonstracion of functional properties lactic acid bacteria ( L.Salivarius)ind.Latte (2001)xxxvii(1-2)pg39-61

TESTOLIN G. Casiraghi M.C. Batteri Lattici nella funzionalità dell’apparato gastro intestinale Ind.Latte (2000)xxxvi(1-2) pg 49-63

Philippe Marteau,Christophe Collier Immunological Effects of biotherapeutic agents charter 5 pg 121-144 from Biotherapeuticagents and infectius diseases edited by G.W.Elmer ,Umana Press (1999)

M.F.Bernei,D.Brassart,j.R.Neeser,A.L.Servin Lactobacillus Acidophilusbinds to cultured human intestinal cellins and inhibits cellattachment and cell invasion by enterovirulent bacteria,Gut 1994;35,483-489

M.L.Mc Cann Reflorastation/therapy for infiammatiry bowel disease (IBD). Crohn’s disease and ulcerative colits (UC); journal of allergy clinical immunology 359(jan 1993)

Slesinger  & Fortra’s gastrointestinal and liver disease ; 7 th edition ; saunders (2002)pg 2007

Harrison’s principies of internal medicine ; 15th ed . vol2, Mc Graw Hill (2001) cap 287-288pg 1679-1695

Micheal D. Gershon  The second Brain Harper Perennial , New York ( 1998)

R.H. Rhoades G.A.Tanner  Medical Physiology edizione italiana Edises (1996), cap.26 sistema nervosa enterico.

      QUESTE NOTE” informative” NON INTENDONO SOSTITUIRSI AL PARERE MEDICO CHE VA CONSULTATO ALL'INSORGENZA Di “ qualsiasi primo sintomo” .Precisiamo e premettiamo inoltre  che le informazioni che leggete  , pur provenienti da fonti attendibili , sono fornite unicamente a titolo indicativo e generale e non assumono in alcun modo caratteristiche di esaustività e completezza e non sono collegate ad alcun tipo di prodotto in vendita. La loro utilizzazione deve intendersi come semplice lettura , in quanto le informazioni non possono sostituirsi ad un consulto medico e/o parere tecnico specialistico. In nessun caso l’Erboristeria Barberini SRL potrà essere responsabile di conseguenze derivanti da comportamenti suggeriti  dalla lettura dell’articolo  , infine  la lettura a cura di un minore deve avvenire sotto stretta sorveglianza di un adulto.

 

 

 

Cerca nel sito

L'erbario

Carrello acquisti

Il carrello è vuoto.

Tante offerte per te!

Banner