I nostri prodotti


Tutti i prodotti


Ricerca Avanzata

Accedi al sito






JoomlaStats Activation

Prodotti di alimentazione biologica e naturale.
Cardo dei lanaioli, dipsacus silver huds Stampa E-mail

Famiglia: dipsacaceae

 

Portamento: è una pianta erbacea biennale ; nel primo anno produce una rosetta di foglie basali , nel secondo fra queste sorge il fusto , alto anche fino a due metri , ramificato in alto ; tutta la pianta è più o meno munita di aculei.

 

Foglie: le foglie basali sono disposte a rosetta , hanno un picciolo corto , sono oblungo- lanceolate e lunghe fino a 30 cm ; hanno la superficie normalmente glabra , ma nella pagina superiore e inferiore sono presenti numerose spine in particolare lungo le nervature . Le foglie del fusto sono sessili , più piccole di quelle basali e di forma più lanceolata .

 

Fiori: sono riuniti in capolini di forma ovoidale , lunghi 4-8cm , posti al termine delle ramificazioni del fusto ; ogni fiore ha alla base una brattea con lunghi aculei ; la corolla , rapidamente caduca , è di colore celeste-violetto.

 

Frutti: il frutto è un achenio angoloso , lungo 5mm, racchiuso nel tubo persistente dell’involucro .

 

Dove si trova : è diffuso in tutta Italia dalla zona mediterranea a quella subalpina ; si trova al margine dei fossi , nei luoghi incolti , fra i ruderi nelle macchie .

 

La droga: la radice e le foglie .

 

Quando si raccoglie: la radice si raccoglie in settembre – ottobre dalle piante al primo anno di vegetazione ; si monda dalle radichette laterali, si lava e si taglia in pezzi lunghi 5 cm che si spezzano in due per il lungo quando sono molto grossi . Le foglie si raccolgono in marzo – aprile prima della formazione dello scapo fiorale .

 

Come si conserva : le radici e le foglie si essiccano all’ombra rimuovendole e controllandole spesso per evitare attacchi di muffe . Le radici ben secche si conservano in recipienti di vetro , le foglie in sacchetti di carta o tela .

 

Proprietà: diuretiche,diaforetiche,depurative,digestive .

 

Principi attivi : il glucoside scabioside, sostanze tanniche , Sali di potassio.

 

Il Cardo dei lanaioli deve il suo nome a una antica , curiosa applicazione : i suoi capolini ,per la loro forma e resistenza , venivano usati per cardare la lana , pettinare e spazzolare il pelo dei tessuti.

Sotto il profilo dell’attività salutare questa pianta ha le virtù depurative generali dei cardi. La radice , dal sapore amaro,facilita i processi digestivi , stimola la sudorazione e la diuresi  favorendo quindi l’eliminazione delle scorie. Il Cardo dei lanaioli è perciò utile ai gottosi, agli artritici,e ai reumatici, giova agli idropici e agli obesi, è utile nelle affezioni della pelle ( dermatosi,foruncolosi,acne) che conseguono a cattivo funzionamento dell’apparato digestivo ed escretore. In alternativa alle radici si possono usare le foglie,che hanno la stessa attività.

 

      QUESTE NOTE” informative” NON INTENDONO SOSTITUIRSI AL PARERE MEDICO CHE VA CONSULTATO ALL'INSORGENZA Di “ qualsiasi primo sintomo” .Precisiamo e premettiamo inoltre  che le informazioni che leggete  , pur provenienti da fonti attendibili , sono fornite unicamente a titolo indicativo e generale e non assumono in alcun modo caratteristiche di esaustività e completezza. La loro utilizzazione deve intendersi come semplice lettura , in quanto le informazioni non possono sostituirsi ad un consulto medico e/o parere tecnico specialistico. In nessun caso l’Erboristeria Barberini SRL potrà essere responsabile di conseguenze derivanti da comportamenti suggeriti  dalla lettura dell’articolo  , infine  la lettura a cura di un minore deve avvenire sotto stretta sorveglianza di un adulto.
 

Cerca nel sito

L'erbario

Carrello acquisti

Il carrello è vuoto.

Tante offerte per te!

Banner