I nostri prodotti


Tutti i prodotti


Ricerca Avanzata

Accedi al sito






JoomlaStats Activation

CONSULENZE DI  AYURVEDICA SU PRENOTAZIONE  . CHIAMARE LO 06 4825034.

Celtis australis Stampa E-mail

BAGOLARO 

 

Famiglia: ulmaceae

 

Portamento: è un albero a foglia caduca alto fino a 25 m ; la corteccia , liscia è di colore grigio-cenere , la chioma è tondeggiante con i rametti orizzontali o talvolta leggermente penduli.

 

Foglie : le foglie alterne , hanno la superficie inferiore ricoperta da una peluria molto morbida , la forma è lanceolata con apice lungamente acuminato, il margine è dentato , la base è arrotondata e ineguale , cioè rispetto alla nervatura centrale la foglia è più larga da una parte e più stretta dall’altra .

 

Fiori : i fiori inseriti singolarmente su lunghi peduncoli all’ascella delle foglie , sono piccoli e di colore verdastro.

 

Frutti : il frutto è una drupa , di colore marrone - nerastro a maturità , composta di una parte esterna carnosa e di un nocciolo con superficie reticolata.

 

Dove si trova : il Bagolaro cresce di solito dalla zona mediterranea a quella submontana  di tutta Italia ; lo si trova nei boschi , nelle siepi , nelle zone rocciose sia calcaree che silicee , ma raggiunge le massime dimensioni nei terreni sciolti e freschi ; è coltivato come albero ornamentale nei giardini e spesso nelle alberature dei viali.

 

La droga : le foglie

 

Quando si raccoglie : le foglie si raccolgono in maggio-giugno , dopo la fioritura , quando hanno raggiunto lo sviluppo completo ; si recidono senza il picciolo.

 

Come si conserva : le foglie si essiccano in strato sottile all’ombra rimuovendole ogni tanto per evitare fermentazioni; si conservano in recipienti di vetro.

 

Proprietà: astringenti, rinfrescanti,antidiarroiche.

 

Principi attivi: tannini mucillagini .

Le foglie del Bagolaro , per il loro contenuto in costituenti attivi , hanno buon potere astringente , rinfrescante e lenitivo che si esplica utilmente nei casi di diarree, enteriti e leggere infezioni intestinali. Le proprietà descritte sono altrettanto utili  per mitigare le infiammazioni del cavo orale e della gola  , tra cui gengiviti e faringiti,mediante sciacqui e gargarismi da ripetersi con costanza nell’arco della giornata .

I frutti del Bagolaro sono commestibili.

 

Uso interno: le foglie.

Per i disturbi dell’apparato intestinale.

Decotto: 2g in 100 ml di acqua .Due o tre tazzine al giorno.

 

Uso esterno:le foglie.

Per le infiammazioni della bocca e della gola .

Decotto: 5 g in 100 ml di acqua .Fare sciacqui e gargarismi più volte al giorno.

 

   

  QUESTE NOTE” informative” NON INTENDONO SOSTITUIRSI AL PARERE MEDICO CHE VA CONSULTATO ALL'INSORGENZA Di “ qualsiasi primo sintomo” .Precisiamo e premettiamo inoltre  che le informazioni che leggete  , pur provenienti da fonti attendibili , sono fornite unicamente a titolo indicativo e generale e non assumono in alcun modo caratteristiche di esaustività e completezza. La loro utilizzazione deve intendersi come semplice lettura , in quanto le informazioni non possono sostituirsi ad un consulto medico e/o parere tecnico specialistico. In nessun caso l’Erboristeria Barberini SRL potrà essere responsabile di conseguenze derivanti da comportamenti suggeriti  dalla lettura dell’articolo  , infine  la lettura a cura di un minore deve avvenire sotto stretta sorveglianza di un adulto.

 

 

 

Cerca nel sito

L'erbario

Carrello acquisti

Il carrello è vuoto.

Tante offerte per te!

Banner