I nostri prodotti


Tutti i prodotti


Ricerca Avanzata

Accedi al sito






JoomlaStats Activation

I migliori prodotti di cosmetica naturale con un ottimo rapporto di qualità e prezzo di vendita.ULTIME NOVITA' DI CASA BORLIND  "AQUANATURE "nuova creazione   e " NATUROYALE" nuova formulazione .
Arnica montana L. Stampa E-mail

Arnica

 

La droga : il rizoma e i fiori .

 

Quando si raccoglie : il rizoma si può raccogliere , scavandolo con una zappetta , in settembre , quando la pianta entra nel riposo vegetativo , oppure in marzo prima della ripresa; si tagliano le radichette laterali e si monda dalla terra . I fiori si raccolgono in giugno-luglio scegliendo quelli appena aperti .

 

Come si conserva : il rizoma si pone a seccare all’ombra e si conserva quindi in sacchetti di carta ; i fiori si fanno seccare all’ombra in luogo molto aerato , rimuovendoli spesso in modo da ottenere un essiccamento il più rapido possibile , e si conservano in vasi di vetro o di ceramica al riparo dall’umidità e dalla luce .

 

Proprietà : rubefacenti,antiechimosiche per via esterna.

 

Principi attivi : tannini , un olio essenziale , idrotimochinone.

L’Arnica è una delle piante più note in erboristeria ; di essa  fino a qualche tempo fa si faceva anche un uso interno che oggi è stato abbandonato per taluni rischi connessi con l’ingestione delle sue preparazioni .

L’Arnica è rimedio principe di assoluta validità per risolvere ecchimosi ed edemi conseguenti a contusioni e slogature. Le sue preparazioni vanno però maneggiate con molta cura e attenzione perché , in caso contrario , potrebbero dar luogo a pesanti infiammazioni. Le preparazioni di Arnica , utilizzabili solo per uso esterno , non vanno mai applicate in vicinanza degli occhi,della bocca e dei genitali; non si devono applicare inoltre su pelli delicate ed escoriate , sulle ferite , sulla pelle dei bambini piccoli . Attenendosi a queste precauzioni e alle altre che saranno indicate a proposito delle utilizzazioni , si ottengono tutti i vantaggi senza avere effetti secondari. Le preparazioni ottenute dai fiori di Arnica ( la cui raccolta è più agevole e meno distruttiva di quella dei rizomi) sono un poco meno attive di quelle ottenute dalle radici , ma non danno le caratteristiche eruzioni cutanee che sono conseguenza tipica di un uso improprio dei rizomi.

 

Uso esterno : i rizomi , i fiori.

Per contusioni e slogature

Tintura : 10g in 100 ml di alcool di 70° ( a macero per cinque giorni).

Avvertenze importante per l’uso : la tintura di Arnica non va mai impiegata pura , ma diluita cinque volte con acqua o acqua contenente un po’ di glicerina . Con questa soluzione si imbevono compresse che vanno applicate sulla parte slogata o contusa. Cambiare la compressa tre-quattro volte al giorno interrompendo al primo sintomo di irritazione locale. La tintura di Arnica va riposta come materiale pericoloso scrivendo “ veleno” ben evidente sul contenitore.

 

Cerca nel sito

L'erbario

Carrello acquisti

Il carrello è vuoto.

Tante offerte per te!

Banner